Ricorso giudizio inidoneità psico-fisica, concorso polizia penitenziaria





Salve,

volevo sapere se era possibile ricevere uno schema di ricorso all'amministrazione penitenziaria ex. at. 107 comma 3 d. lgs 443/92.

Ringraziandola anticipatamente, porgo
Cordiali Saluti



RISPOSTA



Art. 107 D. Lgs. 443 del 1992.
(Accertamento dei requisiti psico-fisici)

1. Ai fini dell'accertamento dei requisiti psico-fisici il candidato e' sottoposto ad esame clinico generale ed a prove strumentali e di laboratorio.
2. Per gli accertamenti psico-fisici di natura specialistica e le prove strumentali e di laboratorio il Ministero di grazia e giustizia e' autorizzato ad avvalersi di personale qualificato, mediante contratto di diritto privato corrispondendo ad esso la retribuzione che sarà stabilita con decreto del Ministro di grazia e giustizia, di concerto con il Ministro del tesoro, e che non puo' superare la retribuzione spettante al personale di pari grado dell'Amministrazione statale.
3. Avverso al giudizio di non idoneita', il candidato puo' proporre ricorso, nel termine di trenta giorni dalla data della notifica. ((8))
4. Il nuovo accertamento e' effettuato da una commissione medica di seconda istanza presieduta da un dirigente medico superiore e da due dirigenti medici.((8))
5. Il giudizio di idoneita' o di non idoneita' espresso dalla commissione medica di seconda istanza e' definitivo e comporta, in caso di non idoneita', l'esclusione dal concorso che viene disposta con decreto motivato dal Ministro di grazia e giustizia. ((8))

--------------- AGGIORNAMENTO (8)

La L. 30 novembre 2000, n. 356 ha disposto (con l'art. 6, comma 4) che "In deroga alle disposizioni recate dagli articoli 107, commi 3, 4 e 5, e 108, commi 3, 4 e 5, del decreto legislativo 30 ottobre 1992, n. 443, gli accertamenti dei requisiti psicofisici ed attitudinali dinanzi alle commissioni di prima istanza si concludono con il giudizio definitivo di idoneita' o non idoneita'".

L'istanza di cui all'articolo 107, III comma del D.Lgs. 443 del 1992 non è altro che un documento sottoscritto dal candidato, dove egli spiega le motivazioni di inidoneità, citando che la patologia, ritenuta causa di non idoneità, non è presente. Di conseguenza, il candidato chiede il riesame di cui al comma IV della medesima norma, e l'ammissione al concorso per cui ha presentato domanda. Al ricorso deve essere allegato un certificato medico ovvero una relazione di uno specialista, proveniente da una struttura pubblica o convenzionata, che attesti l'assenza della patologia, ritenuta causa di non idoneità, dalla commissione del centro selezione. Ecco il modello del ricorso.

Spett. le Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria – Direzione Generale del personale e della formazione – Ufficio III – Concorsi polizia penitenziaria – Largo Luigi Daga, n.2 – 00164 – Roma:

Oggetto: Richiesta riammissione concorso _________________, in seguito a ricorso, ai sensi dell'articolo 107, III comma del D. Lgs. 443 del 1992.

Il sottoscritto nome e cognome nato a luogo di nascita il data di nascita ed ivi residente in via della residenza

PREMESSO:

Che in data (data delle visite di selezione) si è sottoposto alle visite cliniche/mediche fisio-psico-attitudinali, per l’ammissione al concorso per ___________ bandito nella G.U. n. ___ del xx/xx/xxxx, presso il centro selezione dell'Amministrazione penitenziaria di (centro selezione);
Che a seguito degli esami clinici di cui all'articolo 107, comma I, è stata rilevata la patologia di cui all'articolo 123, I comma lettera d del D. Lgs. 443 del 1992: ____________________
Che per tale causa la commissione medica ha emesso un provvedimento di non idoneità del candidato ricorrente;
Che successivamente a tale provvedimento di non idoneità, precisamente in data data in cui vi siete recati da un medico di una struttura pubblica o privata convenzionata, il candidato si è sottoposto ad esame clinico specialistico, presso la seguente struttura sanitaria a carattere pubblico - nome e indirizzo della struttura- il cui esito certifica l’assenza della patologia ritenuta dalla Commissione causa di non idoneità; si allega a tal proposito la documentazione nonché accurata relazione medica.

TANTO PREMESSO E RITENUTO C H I E D E

a)la revisione del provvedimento di non idoneità sopra indicato, ai sensi dell'articolo 107, III comma del D.Lgs. 443 del 1992

b)di essere riammesso al concorso per il quale si è fatta domanda (concorso per ___________, pubblicato nella G.U. n. _____ del _________), data l'assenza della patologia di cui all'articolo 123, I comma, lettera d, a seguito di nuovo accertamento effettuato da una commissione medica di seconda istanza, ai sensi dell'articolo 107, IV comma del D. Lgs 443 del 1992.

c)con l'espresso avvertimento che in mancanza si adirà l'autorità giudiziaria competente.

Ogni comunicazione riguardo alla presente istanza potrà essere resa al seguente indirizzo:

vostro indirizzo e numeri di telefono

luogo, data In fede Si allega alla presente:
copia di un documento di identità più codice fiscale;
copia del modulo di notifica di non idoneità;
copia della certificazione specialistica;

Sempre a vostra disposizione.
Cordiali saluti.