Contratto condizionale e condizione sospensiva degli effetti contrattuali





BUONGIORNO IL 28/02/2009 SOTTOSCRIVO UN CONTRATTO DI ABBONAMENTO PER UN CICLO DI 15 TRATTAMENTI ESTETICI, TRATTAMENTI CHE AVREI DOVUTO PAGARE TRAMITE BOLLETTINI POSTALI LEGATI AD UNA FINANZIARIA. CIRCA UNA SETTIMANA DOPO LA SOTTOSCRIZIONE RICEVO UNA TELEFONATA DOVE MI VIENE DETTO CHE NON SARA' POSSIBILE RICEVERE I BOLLETTINI PERCHè LA FINANZIARIA NON è STATA ACCETTATA VISTO CHE IL MIO CONTRATTO DI LAVORO è UN CONTRATTO A TERMINE, MA CHE COMUNQUE VOLENDO AVREI POTUTO USUFRUIRE DEL TRATTAMENTO PAGANDO IN CONTANTI SEDUTA PER SEDUTA. DICO CHE COSì NON MI INTERESSA E CHE RECEDO DAL CONTRATTO, ED INVIO MAIL DOVE APPUNTO CHIEDO L'ANNULAMENTO DEL CONTRATTO. SITUAZIONE CONCLUSA (SEMBRAVA) FINO A QUALCHE GIORNO FA QUANDO RICEVO UNA LETTERA RACCOMANDATA DA UNO STUDIO LEGALE DOVE MI SI CHIEDE IL PAGAMENTO DI TUTTO L'IMPORTO €1200 PIU' €100 PER L'INTERVENTO LEGALE, IL TUTTO DA PAGARE ENTRO 10GG.

IL CONTRATTO, CHE HO QUI SOTTOMANO, EVINCE NEL SEGUENTE MODO:

Il corrispettivo complessivo del servizio di abbonamento è convenuto in euro 80 per 15 da corrispondersi entro e non oltre il termine di scadenza dell'abbonamento con le seguenti modalità "con 15 bollettini da 80€ cadauno a partire da aprile".

IN RELAZIONE A CIO' IO CREDO CHE NEL MOMENTO IN CUI VARIA LA FORMA DI PAGAMENTO IO AVREI DOVUTO SOTTOSCRIVERE E FIRMARE UN NUOVO CONTRATTO, NON AVENDO MAI RICEVUTO NESSUN BOLLETTINO IN REALTA' NON SONO MAI STATA MOROSA DI NULLA.

OLTRETUTTO CREDO CHE NON SIA CORRETTO ELARGIRE ED AGIRE IN TAL MODO SENZA NESSUNA COMUNICAZIONE PRIMA..

RINGRAZIO IN ANTICIPO

CORDIALI SALUTI



Parere legale gratis - parere legale on line



Il contratto sottoscritto era sottoposto a condizione sospensiva degli effetti contrattuali, ai sensi dell’articolo 1353 del codice civile.

Art. 1353. Contratto condizionale.

Le parti possono subordinare l'efficacia o la risoluzione del contratto o di un singolo patto a un avvenimento futuro e incerto.

La condizione è il principale tra gli elementi accidentali del contratto ed è lo strumento attraverso il quale le parti possono inserire all’interno del regolamento contrattuale, i motivi individuali. La condizione del contratto può essere sospensiva o risolutiva

Nel caso della condizione sospensiva, gli effetti del contratto si producono a decorrere dall’avveramento della condizione e retroagiscono sino al momento della conclusione.

Nella fattispecie contrattuale in esame, la condizione sospensiva, seppure implicita, è la seguente:

“se la finanziaria accetterà la concessione del prestito di scopo, a favore del contraente”.

Poiché la condizione sospensiva non si è avverata, per volontà della finanziaria medesima, gli effetti del contratto non si sono prodotti, quindi la controparte contrattuale non ha titolo giuridico per avanzare una richiesta di pagamento nei tuoi confronti.

In ragione del mancato avveramento della condizione e della mancata esecuzione del contratto, non sei tenuta al pagamento dell’importo richiesto.
Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.