Responsabilità patrimoniale del debitore





Ho un figlio di 35 anni che ha convissuto per alcuni anni, da questa convivenza è nato un figlio che dopo la rottura del rapporto vive con la madre.
Mio figlio da un anno, dopo un lavoro all'estero è praticamente sparito dalla circolazione lasciandomi come ricordo una serie di persone che reclamano a vario titolo il pagamento di debiti non onorati ( rate di mobilio, fornitori di materiali, ecc. ecc.)
Come ciliegina sulla torta è arrivata una raccomandata in cui mi si richiede di provvedere al mantenimento del nipotino poiché quella testa di c. non paga nemmeno gli alimenti alla ex compagna per il piccolo.
Io dipendente pubblico con stipendio da 1200€ e rata da pagare di 500€ per il mutuo e la mia compagna senza lavoro cosa devo fare?



Parere legale gratis - parere legale on line



Mi chiedi cosa devi fare ??!! E' molto semplice, devi infischiartene di tutte le richieste dei creditori di tuo figlio, in quanto la testa di c. è maggiorenne e quindi, risponde esclusivamente con i suoi beni personali, dei debiti che ha contratto, ai sensi dell'articolo 2740 del codice civile:

Art. 2740. Responsabilità patrimoniale.

Il debitore risponde dell'adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri. Le limitazioni della responsabilità non sono ammesse se non nei casi stabiliti dalla legge.

Nella norma, non è scritto che il debitore risponde dei debiti personali, con i beni del genitore; non possiede al momento beni da espropriare ?? risponderà con i beni che avrà in futuro. E' sparito dalla circolazione ??!! i creditori lo vadano a cercare ??!! la sua compagna non sa come fare con il bambino ??!! problemi suoi che ha scelto un uomo sbagliato per mettere su famiglia.  

Certamente non possono rompere l'anima a te !!! La famiglia non è una società in nome collettivo, dove per i debiti contratti dal socio scappato in Brasile, rispondono gli altri soci. La famiglia è una società naturale fondata sul reciproco affetto, che nulla ha a che vedere con le obbligazioni giuridiche e i rapporti di debito/credito.  

Le richieste dei creditori e della compagna di tuo figlio sono giuridicamente infondate, non avendo alcun titolo giuridico a fondamento; l'unico consiglio che ti posso dare, è di cestinare le lettere che ti arrivano, dai creditori di tuo figlio, nel cestino della carta da riciclare. Non saprei cosa altro dirti, in considerazione dell'assurdità di queste richieste di pagamento.
Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.