Portiere ha diritto alla guardiola e ai servizi igienici





Buonasera volevo un informazione:
Io abito in un condominio di 197 appartamenti ed abbiamo il portiere che fa i seguenti orari 8:00 13:00 e dalle 15:00 19:00 il portiere tiene già di sua proprietà un appartamento all'interno di questo condominio ed ora pretende che il condominio gli dà un altro appartamento a titolo gratuito in quanto sul contratto di lavoro e stato dichiarato che accettava il posto da portiere senza alloggio potrei avere qualche delucidazione in merito se gli spetta oppure no.
Grazie mille

RISPOSTA

Il contratto collettivo relativo ai portieri, all'articolo 18, prevede le seguenti categorie professionali:

A) Lavoratori addetti alla vigilanza, custodia, pulizia e mansioni accessorie degli stabili adibiti ad uso di abitazione o ad altri usi.
A1) Portieri che prestano la loro opera per la vigilanza e le altre mansioni accessorie degli stabili, senza alloggio.
A2) Portieri che prestano la loro opera per la vigilanza, la custodia e le altre mansioni accessorie degli stabili, fruendo di alloggio.
A3) Portieri che prestano la loro opera per la vigilanza, la pulizia e le altre mansioni accessorie degli stabili, senza alloggio.
A4) Portieri che prestano la loro opera per la vigilanza, la custodia, la pulizia e le altre mansioni accessorie degli stabili, fruendo di alloggio.
A5) Portieri che prestano la loro opera nei complessi immobiliari, per la sorveglianza e la pulizia di locali condominiali destinati al parcheggio di autovetture dei condomini (senza alloggio).
A6) Portieri senza alloggio, addetti alla vigilanza con mezzi telematici (sistemi di videosorveglianza, sistemi elettronici di controllo a distanza, ecc.), di particolare complessità e ampiezza, intendendosi per tali quelli dotati di almeno 6 schermi video.
A7) Portieri che fruiscono di alloggio, addetti alla vigilanza con mezzi telematici (sistemi di videosorveglianza, sistemi elettronici di controllo a distanza, ecc.), di particolare complessità e ampiezza, intendendosi per tali quelli dotati di almeno 6 schermi video.
A Portieri senza alloggio, ai quali, dietro specifico incarico conferito per iscritto, venga affidato il compito aggiuntivo e continuativo di assistente operativo per il coordinamento di altri lavoratori del complesso immobiliare.
A9) Portieri che fruiscono di alloggio, ai quali, dietro specifico incarico conferito per iscritto, venga affidato il compito aggiuntivo e continuativo di assistente operativo per il coordinamento di altri lavoratori del complesso immobiliare.

CONTRATTAZIONE COLLETTIVA - PORTIERI E CUSTODI

Ai sensi dell'articolo 20 del CCNL, l'alloggio deve essere assegnato esclusivamente ai portieri assunti con la clausola “fruitori di alloggio”.
Siccome il portiere in questione è stato assunto con la clausola “senza alloggio”, egli ha diritto alla guardiola nonché ai servizi igienici (vedi il comma 5).
A mio parere, il portiere, pur avendo un suo appartamento nel complesso condominiale, reclama una guardiola ed un suo bagno personale da utilizzare quando è in servizio.
Non ha diritto di pretendere un altro appartamento a titolo gratuito, ma soltanto una guardiola ed i servizi igienici da utilizzare durante le ore di servizio.

Art. 20 - Alloggio del portiere, guardiola e servizi igienici
1. L'alloggio di servizio, eventualmente assegnato ai lavoratori di cui ai profili professionali A), deve rispondere ai requisiti di cui ai commi successivi.
2. L'alloggio deve essere gratuito.
3. L'alloggio, esclusa la guardiola, dove essa esista come locale o spazio separato e distinto, dovrà essere composto di due ambienti, di cui uno adibito a cucina, ovvero di tre ambienti, come sopra, quando all'atto dell'assunzione in servizio la famiglia del lavoratore risulti composta da almeno quattro persone conviventi, compreso il lavoratore stesso.
4. Tranne il caso di pattuizioni scritte in senso contrario, il lavoratore ha diritto al godimento gratuito anche di quella parte dell'alloggio che risultasse eventualmente superiore al minimo dei vani come sopra stabilito.
5. Nei casi in cui ai lavoratori di cui ai profili professionali A) non venga assegnato l'alloggio, lo stabile dove questi prestano servizio dovrà essere fornito di guardiola e di servizi igienici.
6. Qualora, in caso di provata difficoltà, non sia possibile assicurare ai lavoratori di cui al comma precedente l'uso dei servizi igienici nello stesso stabile presso il quale prestano la propria opera, ed in quanto la struttura dell'edificio non consenta la realizzazione di idonei servizi, le parti potranno trovare di comune accordo adeguata soluzione, ricorrendo eventualmente alla Commissione paritetica territoriale di competenza.
7. L'alloggio sarà adibito esclusivamente ad abitazione del lavoratore e della propria famiglia, così come indicato al terzo comma. Eventuali attività lavorative nell'alloggio di servizio, sia da parte del titolare del rapporto di lavoro che dei propri familiari, saranno consentite esclusivamente alle condizioni indicate al successivo art. 26, comma 4.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.