Assegnazione del posto auto condominiale, in via esclusiva e nominativa





Gentile Avvocato,
per il giorno xx/xx/xxxx nel nostro condominio è stata indetta un'assemblea straordinaria con ordine del giorno: "Ricognizione dello stato di assegnazione dei posti auto - assegnazione in via permanente e definitiva dei posti auto".
Il modo in cui è stata richiesta l'assemblea (apposizione dell'ordine del giorno nei locali condominiali un mese prima della data di convocazione)mi fa pensare che vogliano fare una modifica della destinazione d'uso.
Abbiamo un regolamento condominiale contrattuale sul quale è scritto che il parcheggio comune è di proprietà comune ai soli proprietari degli appartamenti della tabella A (cioè di tutti i proprietari degli appartamenti dell'edificio). Nel 1981 il parcheggio fu diviso in un numero di posti macchina (non tutti della stessa grandezza) equivalente al numero degli appartamenti e, per una sua migliore utilizzazione, ad ogni interno fu assegnato tramite sorteggio un posto. Recentemente i posti auto sono stati accatastati singolarmente e risultano tutti di proprietà del condominio.
L'ammistratrice mi ha detto che per "'Ricognizione dello stato di assegnazione dei posti auto" si intende verificare chi attualmente li usa perchè nel tempo ci sono stati degli scambi.
Vorrei sapere:
1) Con quali maggioranze deve essere approvata "l'assegnazione in via permanente e nominativa dei posti auto"; quanti condomini devono essere fisicamente presenti e quanti devono essere i millesimi?
2) Nel caso in cui venga raggiunta la maggioranza richiesta, attraverso quali atti si realizza l'assegnazione in via permanente e nominativa dei posti in argomento; e' sufficente la sola delibera assembleare regolarmente approvata?
3) Se l'asseganzione in argomento richiedesse il consenso unanime dei condomini e questo non ci fosse in quale modo alternativo si potrebbe realizzare tale operazione.
Sperando di essere stato chiaro la saluto e La ringrazio anticipatamente.

 

RISPOSTA

 

1)Devono essere presenti tutti i condomini e devono essere d'accordo tutti i condomini.
UNANIMITA' … in parole povere. È necessaria l’adesione di tutti i condomini per poter assegnare in via esclusiva e nominativa i posti di parcheggio nell’area di proprietà comune. L’assegnazione del posto auto, in via esclusiva e nominativa, configura un’innovazione condominiale e, se manca il consenso di tutti i condomini, è vietata dalla legge, in particolare dall'art. 1120 del codice civile.

Secondo la Cassazione civile, sentenza n. 1004 del 22.01.2004, l’attribuzione dei posti di parcheggio in via esclusiva e nominativa costituisce un’innovazione vietata dalla legge in quanto sottrae all’utilizzo di tutti i condomini una parte rilevante dell’area parcheggio, che invece è cosa comune. Per superare il divieto di legge è quindi necessario il consenso unanime di tutti i condomini.

Anche perché non dimentichiamo che occorre derogare ad un regolamento condominiale di origine contrattuale che parla di “proprietà comune” dell'area!!!

2)Sì, purché sussista l'assoluta unanimità dei condomini. Parliamo ovviamente di un'assegnazione definitiva e nominativa!!!

3)Non si potrebbe realizzare … semplice!!! Ripeto: non dimentichiamo quanto è riportato nel regolamento condominiale di natura contrattuale!!!

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: