Dipendente di un consorzio di bonifica non partecipa alla mobilità presso ente pubblico





Buongiorno, pongo un quesito in merito ai bandi di mobilità orizzontale.
Entrando nello specifico, io sono un dipendente di un Consorzio di Bonifica e vorrei entrare in una Autorità di Bacino Distrettuale, tramite un bando di concorso per mobilità orizzontale che cita "Avviso di mobilità ai sensi dell'articolo 30 D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165".
Nella definizione di "Amministrazioni pubbliche" data dall' art. 1 comma 2 del D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165 rientrano anche i Consorzi di Bonifica?
I Consorzi di Bonifica sono enti economici di diritto pubblico. Qualora non rientrasse in tale definizione, sarebbe possibile in un prossimo futuro bando di concorso una mobilità orizzontale da Consorzio di Bonifica ad Autorità di Bacino Distrettuale, se l' oggetto e il testo del bando non specificano in alcun modo il D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165?
Grazie per la vostra disponibilità Un cordiale saluto

 

RISPOSTA

 

I dipendenti dei Consorzi di bonifica non sono dipendenti pubblici ai sensi delle norme del testo unico pubblico impiego, ossia il decreto legislativo n. 165 del 2002, quindi non possono transitare da ente a ente, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 30 comma 1 del predetto testo unico (procedura di mobilità volontaria). I Consorzi non sono inoltre soggetti alle limitazioni assunzionali degli enti pubblici (i così detti limiti del turn over) e potrebbero quindi assumere con grande libertà, al contrario di un ente comunale oppure regionale.

Cosa dobbiamo intendere "Amministrazioni pubbliche" ?

Dobbiamo intendere gli enti pubblici NON economici! Il consorzio di bonifica è un ente pubblico economico, quindi non rientra nell'ambito dell'articolo 2 comma 2 del testo unico pubblico impiego.

2. Per amministrazioni pubbliche si intendono tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti i del Servizio sanitario nazionale, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300. Fino alla revisione organica della disciplina di settore, le disposizioni di cui al presente decreto continuano ad applicarsi anche al CONI.

In effetti, leggendo il contratto collettivo dei dipendenti dei consorzi di bonifica, potrebbe emergere qualche dubbio …

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DIPENDENTI CONSORZIO BONIFICA

E' scritto che i Consorzi "per il loro funzionamento e per la gestione delle opere e degli impianti sono titolari di specifico potere impositivo sugli immobili agricoli ed extragricoli che traggono beneficio dell’attività consortile"!

E' scritto inoltre che “lo Stato e le Regioni, con il protocollo di intesa sottoscritto il 18 settembre 2008, nel riconoscere la multifunzionalità dell’attività di bonifica sul territorio del nostro Paese, hanno riconfermato il ruolo e il rilievo dell’azione dei Consorzi di bonifica quali enti di autogoverno rientranti tra le autonomie funzionali, cui compete, nell’ambito dei comprensori, la realizzazione e la gestione di tutte le opere pubbliche di bonifica e di irrigazione finalizzate alla sicurezza territoriale, alimentare ed ambientale"!

Pur esercitando una pubblica funzione di carattere anche impositivo, i dipendenti dei consorzi di bonifica non hanno lo "status" giuridico dei pubblici dipendenti e non possono partecipare alle procedure di mobilità di cui all'articolo 30 comma 1 del d.lgs. 165 del 2001.

Rispondo alla tua seconda domanda: qualora non rientrasse in tale definizione, sarebbe possibile in un prossimo futuro bando di concorso una mobilità orizzontale da Consorzio di Bonifica ad Autorità di Bacino Distrettuale, se l' oggetto e il testo del bando non specificano in alcun modo il D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165?

No, non sarebbe comunque possibile partecipare alla mobilità!
A prescindere dall'indicazione nel bando o nell'avviso, delle norme del testo unico pubblico impiego, non hai lo "status" di dipendente pubblico, quindi non puoi diventarlo a seguito di una procedura di mobilità, ma soltanto vincendo un concorso pubblico bandito da una pubblica amministrazione ai sensi dell'articolo 2 comma 2 del d.lgs. n. 165/2001.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: