Il nonno attribuisce ai nipoti la quota d’eredità dei figli





Hanno diritto alla mia successione mia moglie (per metà) e mio unico figlio. Questi,peraltro,ha deciso di rompere ogni rapporto con me,per motivi futili. Se lascio la metà che gli spetterebbe ai suoi tre figli, il testamento potrebbe essere da lui impugnato?



RISPOSTA



Certamente sì, il testamento potrebbe essere impugnato per lesione di legittima, ai sensi dell'articolo 542 del codice civile.
Nel caso in cui morissi senza fare testamento, il tuo asse ereditario sarebbe suddiviso come hai scritto nella tua email, ai sensi dell'articolo 581 del codice civile.

Art. 581 del codice civile. Concorso del coniuge con i figli.

Quando con il coniuge concorrono figli legittimi o figli naturali, o figli legittimi e naturali, il coniuge ha diritto alla metà dell'eredità, se alla successione concorre un solo figlio, e ad un terzo negli altri casi.

Redigendo un testamento, anche olografo, potresti legittimamente disporre del tuo patrimonio ai sensi della norma suddetta.

Art. 542 del codice civile. Concorso di coniuge e figli.

Se chi muore lascia, oltre al coniuge, un solo figlio, legittimo o naturale, a quest'ultimo è riservato un terzo del patrimonio ed un altro terzo spetta al coniuge.

Quota di legittima del coniuge 1/3
Quota di legittima del figlio 1/3
Quota disponibile attribuita ai nipoti 1/3

Tanto premesso, tuo figlio ha diritto alla quota di legittima di 1/3 del tuo asse ereditario e non può essere legittimamente estromesso dalla tua successione, nemmeno a favore dei suoi discendenti in linea retta.

A disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.