Fratello può acquisire la proprietà dell'immobile caduto in successione con l'usucapione per possesso continuato e non interrotto per venti anni





buongiorno , espongo il quesito e attendo vs. preventivo.
Siamo una famiglia composta di 4 fratelli; poco dopo la morte di mio padre (febbraio 2008), mia madre è stata ricoverata in clinica causa alzheimer :la casa che abitavano i genitori è oggetto di interesse da parte di uno dei fratelli nel senso che ne sta usufruendo ( dal 1 settembre 2012 ) e fa eseguire lavori di migliorie senza chiedere il parere e il permesso  degli altri tre fratelli. Non avendo scritto testamento , la proprietà della casa è stata divisa come da legge (33% al coniuge e il rimanente ai figli ).
La domanda è : il fratello in questione in futuro potrà impossessarsi della casa con le azioni precedentemente descritte ?ringrazio anticipatamente



RISPOSTA



No, l'immobile non potrebbe diventare totalmente di proprietà del fratello che ne usufruisce, salvo il caso di usucapione dell'appartamento a seguito di possesso continuato ed ininterrotto dello stesso, per oltre venti anni.

Dovete fare soltanto attenzione all'usucapione ventennale, ai sensi dell'articolo 1158 del codice civile.

Art. 1158 del codice civile. Usucapione dei beni immobili e dei diritti reali immobiliari.

La proprietà dei beni immobili e gli altri diritti reali di godimento sui beni medesimi si acquistano in virtù del possesso continuato per venti anni.

Allora ti chiedo: chi paga le imposte sulla proprietà, relativamente a questo appartamento ???

Chi paga l'IMU ??? … e l'IRPEF ???

Secondo me, tutti i fratelli pro quota.

Se il fratello non dovesse pagare le imposte sull'appartamento, non potrebbe nemmeno usucapire l'immobile dopo venti anni di possesso.

Resto in attesa di un tuo riscontro.

Cordiali saluti.