Successione di contratti a tempo determinato, retroattività dell’assunzione a tempo indeterminato





Buongiorno,
ho due contratti a tempo determinato: il primo dal 11/11/2011 al 31/1/2012 ed il secondo prorogato fino al 30/9/2012 con mansioni di “operatore di manovra” (autoferrotranvieri) come da file allegati.

Il CCNL Autoferrotranvieri (27/11/2000) a me applicato all'articolo 7 indica come durata minima dei contratti a 30 giorni e massimo termine 12 mesi

Per quel che riguarda i suddetti contratti, sono valide le disposizioni cui, ai sensi dell’art. 5, comma 4, del D. Lgs. 368/2001, come da ultimo modificato, qualora, per effetto della successione di contratti a termine per lo svolgimento di mansioni equivalenti, nel caso in cui il lavoratore venga riassunto a tempo determinato entro dieci giorni dalla scadenza di un precedente contratto a termine di durata fino a sei mesi, oppure entro venti giorni dalla scadenza di un precedente contratto a termine di durata superiore a sei mesi, il secondo contratto si considera a tempo indeterminato?

La mia domanda è la seguente:

Allo scadenza del secondo contratto, verbalmente, l’ufficio personale mi comunica che per ragioni economiche non può avvalersi delle mie prestazioni; alla luce di quanto sopra, del dl 368/2001 e del CCNL in oggetto,  è legale il comportamento aziendale o posso passare ad un contratto a tempo indeterminato?

Ringrazio anticipatamente ed in attesa di una vostra risposta vi invio i miei migliori saluti.



RISPOSTA



Dobbiamo considerare la norma così come era in data 31/01/2012.

Ecco il sito web dove è possibile verificare i vari aggiornamenti delle singole norme.

Singole norme

… ed ecco cosa prevedeva il comma 4.

4. Quando si tratta di due assunzioni successive a termine, intendendosi per tali quelle effettuate senza alcuna soluzione di continuita', il rapporto di lavoro si considera a tempo indeterminato dalla data di stipulazione del primo contratto.

Puoi chiedere al tribunale del lavoro di essere assunto a tempo indeterminato, con effetto retroattivo, ossia a partire dal 12/12/2011.
Non è il secondo contratto ad essere considerato a tempo indeterminato … gli effetti retroagiscono alla firma del primo contratto di lavoro.

Sempre a disposizione.

Cordiali saluti.