Risarcimento per false dichiarazioni dell’agenzia immobiliare





Buongiorno vorrei richiedere un vostro parere in merito alla vicenda di cui riporto un riassunto.

10 giorni fa ho firmato il compromesso per l'acquisto di una casa. Fino a quel momento il venditore assicurava di aver già fatto la certificazione, cosi come risultava anche nell'annuncio dell'agenzia. Pochi giorni dopo il compromesso il venditore, tramite l'agente mi propone di togliere la caldaia per evitare di fare la certificazione promettendomi un contributo (a quanto pare senza caldaia o la classificazione energetica può essere omessa)

Scopro in quel momento che la certificazione che davo per scontata fino al compromesso non esisteva.

Quindi nascono vari dubbi, la caldaia funziona? esiste un libretto?
l'impianto che porta il metano alla caldaia funziona?
Nel compromesso non ho dettagliato nessuna richiesta specifica ne per l'attestato di certificazione ne per la conformità degli impianti (tecnico e idraulico).
Il rogito sarà tra un mese, e per il momento ho richiesto al proprietario di far preparare la  certificazione energetica.
Ho parecchi dubbi che riesca a fare la certificazione  a norma di legge (regolamento regione lombardia che prevede anche di allegare il libretto d'impianto e la prova di combustione in corso di validità,  le giro un link con delle informazioni sulla procedura e i riferimenti normativo ) visto che il contatore
del metano adesso è chiuso.

Posso rifarmi sin da ora sul venditore e sull'agenzia che ha pubblicato una dichiarazione mendace?

Posso chiedere sin da ora copia del libretto e della prova fumi ?


Resto in attesa di sapere qual'è il compenso richiesto

Grazie



RISPOSTA



La risposta al tuo quesito è positiva sia per quanto riguarda il venditore che per l'agenzia immobiliare.
Quali norme del codice civile ti permettono di agire contro venditore ed agenzia ???

Art. 1746 del codice civile. Obblighi dell'agente.

Nell'esecuzione dell'incarico l'agente deve tutelare gli interessi del preponente e agire con lealtà e buona fede. In particolare, deve adempiere l'incarico affidatogli in conformità delle istruzioni ricevute e fornire al preponente le informazioni riguardanti le condizioni del mercato nella zona assegnatagli, e ogni altra informazione utile per valutare la convenienza dei singoli affari. È nullo ogni patto contrario.

Laddove l'agenzia abbia svolto il ruolo di mediatore tra le parti e non di agente immobiliare professionale, dobbiamo fare riferimento all'articolo 1759, I comma, del codice civile.

Art. 1759 del codice civile. Responsabilità del mediatore.

Il mediatore deve comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell'affare, che possono influire sulla conclusione di esso.


E' possibile agire in rivalsa nei confronti del venditore invece, ai sensi degli articoli 1175 e 1337 del codice civile.

Art. 1175 del codice civile. Comportamento secondo correttezza.

Il debitore e il creditore devono comportarsi secondo le regole della correttezza .

Art. 1337 del codice civile. Trattative e responsabilità precontrattuale.

Le parti, nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto, devono comportarsi secondo buona fede.

Tanto premesso, è possibile chiedere sin da subito, copia del libretto e della prova fumi. Tale richiesta è conforme a quanto previsto nell'annuncio di controparte.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.