I fratelli del defunto hanno diritto alla legittima?





Buongiorno avvocato,chiedo informazioni per quanto riguarda un eredità. Mio zio morto un anno fa ha lasciato testamento in cui include la moglie alla quale come scritto nel testamento "spetta la legittima" e le tre sorelle in parti uguali (mie zie). Non menziona naturalmente il fratello che sarebbe mio padre in quanto deceduto nel 2009. Ora le chiedo se posso pretendere qualcosa. Grazie.
Cordialmente saluto.



RISPOSTA



Assolutamente no, in quanto ai sensi dell'articolo 536 del codice civile, i fratelli del de cuius, non hanno diritto alla quota di legittima.
Pertanto il de cuius potrebbe lasciare in eredità una quota alla sorelle, ma non al fratello. Nessuno potrebbe impedirglielo, nessuno potrebbe impugnare il testamento.

Hanno diritto alla legittima, il coniuge, i figli e gli ascendenti … non i fratelli.
… di conseguenza nemmeno il figlio del fratello.

Art. 536 del codice civile. Legittimari.

Le persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità o altri diritti nella successione sono: il coniuge, i figli legittimi, i figli naturali, gli ascendenti legittimi.
Ai figli legittimi sono equiparati i legittimati e gli adottivi.
A favore dei discendenti dei figli legittimi o naturali, i quali vengono alla successione in luogo di questi, la legge riserva gli stessi diritti che sono riservati ai figli legittimi o naturali.


Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.