Sfratto per morosità dell'inquilino. Apposizione formula esecutiva





il 13 gennaio 2012 ho una udienza per uno sfratto per morosità, l'udienza precedente è stata il 28 ottobre 2011, nella quale mi era stato dato tempo fino al 28 dicembre 2011 per il pagamento, non essendo riuscito a pagare presumo che il tredici lo sfratto diventerà esecutivo.
vi chiedo cosa posso fare per riuscire ad avere ancora 2 mesi di tempo per lasciargli l'appartamento?
Distinti saluti



RISPOSTA



Nella prossima udienza, il giudice, stante la tua assenza e quindi la mancata opposizione (… ed il mancato pagamento), ai sensi dell'articolo 663 del codice di procedura civile, apporrà la formula esecutiva allo sfratto.
Nel caso che l'intimato non sia comparso, la formula esecutiva ha effetto dopo trenta giorni dalla data dell'apposizione.

Art. 663. Mancata comparizione o mancata opposizione dell'intimato

Se l'intimato non comparisce o comparendo non si oppone, il giudice convalida la licenza o lo sfratto e dispone con ordinanza in calce alla citazione l'apposizione su di essa della formula esecutiva; ma il giudice deve ordinare che sia rinnovata la citazione, se risulta o appare probabile che l'intimato non abbia avuto conoscenza della citazione stessa o non sia potuto comparire per caso fortuito o forza maggiore. Nel caso che l'intimato non sia comparso, la formula esecutiva ha effetto dopo trenta giorni dalla data dell'apposizione.
Se lo sfratto e' stato intimato per mancato pagamento del canone, la convalida e' subordinata all'attestazione in giudizio del locatore o del suo procuratore che la morosita' persiste. In tale caso il giudice puo' ordinare al locatore di prestare una cauzione.


Molto presumibilmente avrai a tua disposizione altri due mesi di tempo per lasciare l'appartamento. Una volta ottenuto il provvedimento di sfratto esecutivo per morosità, il proprietario dovrà

1)attendere 30 giorni di tempo, affinché la formula esecutiva abbia effetto, stante la tua mancata comparizione in udienza.

2)notificarti tale provvedimento

3)rivolgersi all'ufficiale giudiziario

4)rivolgersi alle forze dell'ordine

5)procedere alla sfratto materiale dell'inquilino moroso dall'abitazione locata.

Tanto premesso, anche alla luce del carico di lavoro degli uffici UNEP (l'ufficio dell'ufficiale giudiziario) e delle forze dell'ordine, trascorreranno più di due mesi dal giorno dell'esecutività dello sfratto, al giorno in cui sarai materialmente sfrattato dall'abitazione.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.