Contravvenzione di incauto acquisto e ricettazione





Salve,

espongo brevemente il mio caso.
Ho 32 anni, alcuni mesi fa, ho ordinato via internet un integratore (circa 120 euro) di tipo sportivo che, stando a quello che viene detto sul sito, è a base di erbe indiane.
Dopo circa un paio di mesi mi è arrivata dalla dogana la richiesta di una dichiarazione per l'importazione di questo integratore. Ho compilato e inviato, in buona fede, questa dichiarazione. Dopo circa 2-3 settimane il prodotto ordinato è arrivato: sulla confezione venivano elencate le erbe e i minerali presenti sul sito web: ho assunto 2 compresse per 2 giorni e in entrambi i casi ho avvertito dolori al fegato. Ho così sospeso l'assunzione, intuendo che ci fosse qualcosa di sospetto.

Stamattina alle 7, dopo una quindicina di giorni, ho ricevuto un'ispezione dei NAS! Che mi hanno sequestrato questo integratore (3 boccette), oltre a integratori che io compro in una erboristeria online e che mi sembrano non pericolosi: a base di guaranà e the verde. In caserma mi è stato contestato il reato di "incauto acquisto" e mi hanno detto di consultare un avvocato per il processo.

Tenendo conto che ho la fedina penale immacolata, che non faccio uso di droghe o sostanze anabolizzanti o simili, che ero straconvinto che quello fosse un integratore non pericolosi, vorrei sapere:

- che cosa rischio? un'ammenda o una segnalazione? Il carcere?!
- come dimostrare la mia buona fede? non avevo nessuna intenzione di comprare prodotti illegali, ma come potevo immaginarlo? prima dell'acquisto avevo anche consultato le tabelle del Ministero della Salute, senza trovare niente;
- qualche consiglio?



Parere legale gratis - parere legale on line



Commette la contravvenzione di “incauto acquisto” chiunque, senza averne prima accertata la legittima provenienza, acquista o riceve a qualsiasi titolo cose che, per la loro qualità o per la condizione di chi le offre o per la entità del prezzo, si abbia motivo di sospettare che provengano da reato (art. 712 codice penale).

Egualmente è punito chi si adopera per fare acquistare o ricevere a qualsiasi titolo alcuna delle cose suindicate, senza averne prima accertata la legittima provenienza.

Articolo 712 del codice penale: Acquisto di cose di legittima provenienza

"Chiunque, senza averne prima accertata la legittima provenienza, acquista o riceve a qualsiasi titolo cose, che per la loro qualità o per la condizione di chi le offre o per la entità del prezzo, si abbia motivo di sospettare che provengano da reato, è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda non inferiore a lire 20.000. Alla stessa pena soggiace chi si adopera per fare acquistare o ricevere a qualsiasi titolo alcuna delle cose suindicate, senza averne prima accertata la legittima provenienza."

Per la punibilità è sufficiente che l'acquirente non abbia prestato la dovuta diligenza quando, per qualità delle cose acquistate, le condizioni di chi offre il prezzo, doveva sospettare l'illiceità della loro provenienza. La differenza tra il reato di ricettazione e la fattispecie dell'incauto acquisto consiste nella certezza, da parte dell'agente, della provenienza delittuosa della cosa acquistata o ricevuta (in caso di ricettazione) mentre, nella seconda ipotesi (incauto acquisto), sussiste il colposo mancato accertamento di quella provenienza.

Ad esempio, commette la contravvenzione di incauto acquisto colui che compera merce contraffatta  dai venditori abusivi che affollano le spiagge italiane. A nulla vale dimostrare, a tua difesa, l'assoluta buona fede nell'acquisto: l'incauto acquisto è un reato colposo e non doloso, al contrario della ricettazione.

La pena prevista dalla legge è l'arresto fino a 6 mesi o l'ammenda non inferiore a euro 10.

In concreto però non rischi assolutamente nulla e vorrei che fosse chiaro questo concetto !!!

Il tuo “status” di incensurato ti consentirà di evitare l'arresto, in quanto il giudice ti concederà la sospensione condizionale della pena: non farai un solo giorno di carcere …

L'aspetto negativo della vicenda, sarà rappresentato dall'onere di sopportare le spese processuali (parcella del tuo avvocato).

La sospensione condizionale viene concessa solo per le condanne non superiori ai 2 anni di pena detentiva o a 2 anni e 6 mesi se si tratta di persona che ha compiuto gli anni diciotto ma non ancora gli anni ventuno o da chi ha compiuto gli anni settanta; non può essere concessa più di una volta (a meno che la successiva pena da infliggere, cumulata alla precedente condanna, sia ancora inferiore ai termini sovraesposti).

La pena che ti sarà comminata sarà sospesa per due anni; al termine di questo periodo di sospensione, se non avrai commesso un altro delitto o contravvenzione della stessa indole, il reato si estinguerà e, quindi, non avrà luogo l'esecuzione della pena, neppure per quel che concerne le pene accessorie.
Spero di averti tranquillizzato e soprattutto, attenzione, non comprare più nulla di sospetto, specialmente dai venditori ambulanti, durante la prossima estate …

Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga il tuo parere legale on line

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Pareri legali